COMUNICATO SU FONDAEREO

COMUNICATO SU FONDAEREO

A seguito del mancato rinnovo del CdA del Fondaereo, la Confael-Assovolo esprime sconcerto per i fatti accaduti all’assemblea ordinaria dei delegati Fondaereo in data 30 aprile 2019.

Il fattaccio

Finalmente dopo oltre un’ora di ritardo si aprivano i lavori. Una volta ascoltate le comunicazioni del presidente e approvato il bilancio 2018, giunti alla discussione del punto relativo al rinnovo del CdA (come da Statuto del Fondo, rinnovo formalizzato con “nomina” per la parte datoriale e con “votazione” per quella dei lavoratori), la compagine datoriale interrompeva l’assemblea dichiarando di non essere in grado di presentare la propria lista di consiglieri nominati, precludendo in tal modo la discussione e la relativa delibera sul punto.

Subito dopo, nella completa indifferenza della Presidenza (UIL), si consentiva l’abbandono dell’assemblea da parte dei Delegati di parte datoriale: veniva così a mancare il quorum deliberativo per il punto in questione.

Inoltre, l’assenza dei suddetti delegati non permetteva neanche di procedere alla discussione di importanti quesiti avanzati dai colleghi della LIFT, tra i quali il ventilato progetto di fusione del nostro Fondo con quello dei dipendenti del settore terrà e controllori di volo, Prevaer.

Di fatto tutto ciò ha impedito di procedere al rinnovo del CdA, forzando le procedure al solo scopo di “prendere tempo”.

La nostra O.S. si riserva il diritto di segnalare quanto accaduto all’organo di vigilanza COVIP.

Rimane il dubbio (o la certezza?) che la componente confederale dell’assemblea, in evidente minoranza, fosse silente partecipe di tale azione ostativa e lesiva dell’interesse degli aderenti.
L’impressione complessiva è che le legittime posizioni – condivise da una parte dei rappresentanti delegati dei lavoratori Assovolo, LIFT ed Anpac – ovvero l’attuale maggioranza contraria alla fusione, siano risultate indigeste a più di qualcuno.

È necessario sgombrare rapidamente il campo dai tanti dubbi sollevati da questa ed altre vicende precedenti. Solo una volta acquisite tutte le risposte inequivocabili e necessarie si potranno valutare e discutere tutte le possibili scelte rispetto ad un processo che rimane oscuro e privo di una reale giustificazione: sviluppo che potrà essere serenamente discusso o archiviato senza remore né pregiudizi.

Pertanto la nostra O.S. attende ora di conoscere la data della prossima – e obbligatoria – convocazione di assemblea, dove tornerà con forza a richiedere il rispetto delle regole e della volontà degli aderenti/elettori, al fine di eleggere il nuovo CdA, come previsto dallo Statuto.
Vi terremo, come sempre, prontamente aggiornati.

13 Maggio 2019                                                                                                                                                                                                                                                                                                        CONFAEL ASSOVOLO

www.assovolo.it

Per pubblicare un commento, devi accedere